Un chilometro in 14 minuti a piedi: questa è la distanza che vi separa, partendo ADA Rooms, per arrivare a no dei luoghi dedicati al turismo ed al raduno per grandi eventi politici, sociali e culturali, che ha subito innumerevoli cambiamenti architettonici e stilistici prima di essere definitivamente considerata Piazza del Popolo.

La Storia

Anche se la sua etichetta definitiva di piazza le è stata assegnata solo alla fine del 1800, fin dai primi momenti in cui si cominciarono a (letteralmente) gettare le basi per le costruzioni in loco si capì che sarebbe potuta servire come enorme punto di raccolta per i cittadini ed i fedeli. Già, perché tutto nasce dalla Basilica di Santa Maria del Popolo, che da poi il nome al posto. Seppure all’inizio un piccolo bosco di pioppi, nome che deriva dal latino populus e che orientava la scelta del nome, fu definitivo solo grazie alla basilica di cui sopra.
Nei decenni successivi si alternarono molti papi, che sceglievano di conseguenza diversi architetti o scultori per dirigerne i lavori. Uno fra tutti fu il Bernini, che fu incaricato tra il 1655 e il 1660 da Alessandro VII di restaurare la basilica, dandone un aspetto più animato grazie all’impostazione barocca. Lo stesso pontefice decide di far costruire (ma non ne vedrà il completamento) le due chiese gemelle, Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, che danno alla piazza la conformazione che conosciamo oggi, definendo il cosiddetto Tridente già abbozzato da via del Corso, del Babuino e di Ripetta.
Il famoso obelisco egizio (risalente all’epoca di Ramesse II, intorno al 1200) fu fatto innalzare da papa Sisto V, facendolo rimuovere dalla sua storica collocazione al Circo Massimo e ponendolo al centro della piazza, offrendo così lo spettacolo che ancora ci si para dinnanzi agli occhi. Per fare posto all’obelisco, venne addirittura fatta spostare la Fontana delle Porta dal centro all’inizio di via del Corso.
Oggi Piazza del Popolo è uno dei luoghi più famosi del mondo, incastonata tra il Tevere e la terrazza del Pincio, dalla quale possiamo ammirarla in tutta la sua maestosità e bellezza.

Una passeggiata di distanza, qualche minuto tra le strade della città più bella del mondo e sarete in una delle sue piazze. Se non la più importante, di certo una delle più belle.

Prenotate una soggiorno da ADA Rooms, e sarete a due passi da tutto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *